Bambina

Immagine

Quando ero piccola, ogni volta che andavamo a Parigi mio padre mi portava sulla torre più alta di Notre Dame. Era freddo, il vento tagliava il viso e le mani, ma mi piaceva stare lì con lui e respirareprofondamente l’aria, e sbirciare le persone che sembravano formiche laggiù in fondo. Per quanto freddo fosse, e con qualunque tempo, mio padre voleva comunque che salissimo. Era una specie di rito tra me e lui.

 “Sara” mi disse una volta, con il suo sorriso gentile e i suoi occhi calmi, “Sara, bambina mia. Qualunque persona diverrai, ovunque la tua mente e il tuo cuore ti porteranno, fai una cosa per me, una sola perchè te lo dico io: prendi una manciata di cielo e mettila in tasca. Prendila e ricordati sempre che i tuoi piedi non devono per forza restare per terra. Tutto ciò che desideri può essere tuo. Ma solo se studi molto e ti impegni, e continuerai sempre a sentire la libertà di quel cielo nella tua tasca, nel tuo cuore.”

Il cielo era rosa pallido e dorato. Ricordo di aver messo una mia piccola mano nella sua  grande e forte. “Prendine un po’ anche tu” gli ho detto. 

 Ce l’ho ancora, quel cielo rosa pallido.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑