forse ti ricorderai
quel gelido dicembre
quando il vento soffiava
sempre più freddo
e ci siamo seduti vicini
come incatenati
legati dalla fluida passione
del nostro respiro

coccolati nel nostro sonnecchiare
in un amore rallentato
nel parco così vicino eppur lontano da casa
mentre il Natale aleggiava
tra sbadigli sonnolenti
dicevamo che i nostri cuori
non si sarebbero mai persi

se solo le mie mani mortali potessero resuscitare
le affonderei nella terra fredda che ti tiene legata

Un nuovo dicembre. E tra le lapidi, così, rifletto…

db75c487413569b5197ab358531e1eea.jpg

Annunci