Sotto l’ombelico

Allora, credo sia passato abbastanza tempo e di essermi resa conto che c’è un esserino  che cresce sotto il mio ombelico. Sì mi ci è voluto un pochettino. A parte che non me lo aspettavo proprio, il fatto è che la mia gravidanza è praticamente un’esperienza idilliaca.

Niente nausea
Niente vomito
Nessun tipo di problema col cibo (a parte il caffè, mio adorato abbandonato)
Solo un chilo in più in quattro mesi e mezzo quindi sono ancora agile e (più o meno) scattante

Insomma, a parte il caldo atroce anche con 20 gradi e le tette che se potessi le poggerei sul comodino per riprenderle dopo il parto, tutto bellissimo. E questo, ho notato, crea una certa invidia tra diverse madri che furono è future mamme.

“Ma proprio proprio niente nausea?”
“Eh no.”
“Ma nemmeno un pochettino appena la mattina?”
“Zero!”
“E io che ho rimesso l’anima fino al quinto mese…ma sei sicura neanche un piccolo vomitino? Almeno la scialorrea no??”

Poi ci sono quelle svampite in ansia per la data di scadenza.

“E insomma quando finisce il tempo?”
“Mi hanno ridatata al 16 gennaio.”
“Come ti hanno ridatata? Non sai quando hai concepito? Quando è stato l’ultimo ciclo?”
“Per me era stato il 18 maggio, ma le dolci ostetriche mi hanno detto di prendere l’11 aprile come data.”
“Ah. E come è possibile?”
“Ciccia lo sai che sono millemila anni che prendo la pillola, c’è stato un errore di valutazione.”
“Ah. Ma scusa se è stato l’11 aprile non dovrebbe essere l’11  gennaio?”
“Ciao.”

E insomma, me la sto vivendo bene tra un episodio di narcolessia e l’altro. A parte le ansie da ipocondriaca che mi hanno sempre contraddistinta. Tipo che se alle 11 non mi viene fame come al solito già penso che sto denutrendo MiniMe o, se mi accorgo di bere meno, che la sua piscinetta di liquido amniotico si stia svuotando. In più giusto ieri la ginecologa mi visita e fa:
“Uuuuuuh guarda qua quanto è retroverso questo uterooooo!”
Quindi altra para.

Poi c’è mia cugina che da quando l’ha saputo è in fibrillazione, memore della sua gravidanza, e mi fa sentire una fancazzista.

“Ce l’hai un quadernone dove mettere i fogli?”
“No, ho una cartelli…”
“Ci vuole un quadernone! Con la tasca! E con l’università che fai, sospendi?”
“Mah, pensavo veramente di fare il primo semest…”
“SARA! Non hai idea di cosa succederà dopo novembre, ti sentirai una balena spiaggiata! Come fai??? Ma senti la prossima ecografia quando la fai?”
“Il 5 settembre.”
“E ASPETTI COSÌ TANTOOOO???”

Comunque la più bella è mia nonna, che con MiniMe che si accoda al branco di nipoti diventa bis per la seconda volta. Stamani mi chiama:

“Allora Sa, si vede il pancino a nonna?”
“Eh sì dai, qualche bozzo appena, ma c’è. Pensa che stamattina…”
“Oh brava, ora vado in spiaggia che le mie amiche mi chiamano, ciao amore ciao ciao.”

Annunci

17 risposte a "Sotto l’ombelico"

Add yours

  1. tutte fantastiche, nonna compresa che se la spassa in spiaggia con le amiche.
    Ma la più spassosa sei tu. Allegra nonostante sei una ipocondriaca. Avanti così. Il promo semestre? Non perderlo. Se sei ancora agile e scattante. niente balena spiaggiata. Sei una delfina scattante 😀
    A presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: