quanto tempo puoi trattenere il respiro

la poesia ha un buon sapore
sulla lingua di altri;
il piatto di caramelle nella casa di tua nonna
con quel profumo amaro.
i suoi capelli hanno ombre di un giallo
che l’oro non può raggiungere.

quanto tempo si può rimanere svegli

il sabato passa a domenica
palmi coriacei pieni di confessioni
sotto il volo degli uccelli migratori diretti a casa;
l’anno scorso mi meravigliavo guardandomi nelle pozze.
il dolore è una bella bugia,
come il modo in cui ti tratto.

quanto tempo prima che non servano parole

il mio stomaco è in subbuglio
farfalle danzano, ali intrappolate tra i miei molari,
pareti blu cielo blu occhi blu su di me
ieri sera ho dimenticato di mettermi in dubbio.
ci sono specchi in tutti i corridoi
e non riesco a vedere me stessa, solo le mie mani

quanto è lungo per sempre

aspetto fino a sera.
quando tu, con le tue labbra screpolate, e io, carta contro forbici,
cercheremo le nostre anime nelle pareti ancora una volta.
la tua è un gatto senza padrone
la mia una mente
che gioca a essere umana.

4cd037a8c9dcd2f977656496030fb578

Annunci