Lascio

Non mi ricordo cosa indossava quella notte, o l’odore della luna sul suo polso, il riflesso sulla sua guancia appoggiata al cuscino.
Non riesco a ricordare i dettagli della sua voce – ciò che è stato detto e promesso una volta che il calore di luglio si era rifugiato nella curva della mia lingua e fatto indietreggiare la sua esitazione.

lascio che le
costellazioni galleggino alla deriva, delicatamente
dilaniate dalle maree delle galassie

(che ne dici se voliamo via dalle stagioni e ci dimentichiamo che l’inverno sia mai accaduto?)

1

Annunci

13 risposte a "Lascio"

Add yours

  1. affascinante, sensuale e in qualche maniera celebrativa : il tempo e la sua voce per ripercorrere un luogo, un momento l’altezza che fu amore. Almeno così l’ho letta :), ciao

  2. Il piace è meritato, il commento è d’obbligo.
    Ricordi passionali del passato che la calura estiva ha riattivato come quel fuoco morente su cui soffi per alimentare le nuove fiamme.
    Se fosse per me, dimenticherei il gelo invernale e mi lascerei ardere dal fuoco estivo. Ma io sono io, e lui è lui.
    Sereno pomeriggio
    Un abbraccio

Rispondi a antheathecharis Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: