Oh reggiseno, caro reggiseno,
Amico mio così vicino,

Non ti allontani mai dal mio fianco,
Non sei proprio mai stanco.

Ma reggiseno, mio reggiseno,
Una cosa ti confesso:

A volte puoi essere fastidioso
E per la pelle mia difficoltoso.

Reggiseno, caro reggiseno,
Perché questa conflittualità?

Ci tieni su modestamente,
Ma ci forzi in un’inalterabilità.

Quindi reggiseno, oh reggiseno,
Mi spiace ma devo domandare:

Per essere un così bell’indumento,
Perché ci vuoi torturare?

Oh reggiseno, mio reggiseno,
Così tenace attorno al petto.

Ucciderebbe il tuo rigido tessuto
Alleviare le pene e donarci diletto?

Sì reggiseno, oh reggiseno,
Sono queste oggi le mie parole.

Ferma gentilmente questi fastidi
O dovrò provvedere, anche se mi duole.

Oh reggiseno, mio reggiseno,
Vorrei che la realtà non fosse questa.

Se solo fossi ragionevole
E ascoltassi questa richiesta…

Eh sì, col primo caldo arrivano anche i primi deliri.
E comunque il reggiseno fa sudare.
Datemi una spiaggia nudista alle Maldive, per favore, presto.

Schermata 2015-05-07 alle 13.12.11

Annunci