Quadri nel Quadri

Pittori che dipingono quadri di Gallerie contenenti quadri. Fantastico!

Annunci

Sussurri

sussurri
gentile tra le onde
di foglie autunnali

catturi
i frammenti dell’assonnata brezza,
spolverata d’oro

ritagli
metafore di velluto
e le dissemini tra gli alberi

cerchi
di afferrare i lembi
dei guizzanti raggi del sole

autumn

2015

Pensavo che fosse la Primavera la stagione degli amori, invece evidentemente il periodo più fecondo è agosto/settembre. Intorno a me solo gente che si sposa o rimane incinta o si è già portata avanti e ha figli. Pum, pum, pum. Non puoi girarti un attimo che ti perdi il battesimo di qualche pargolo.
Io sono qua che ho appena iniziato Lettere e sono indecisa su quali scarpe mettermi la mattina.
E poi ci si mette anche mia nonna a farmi sentire una disadattata, un piccolo gamberetto col fidanzato dall’altra parte dell’oceano in un mare di  stelle marine pronte alla procreazione.
Mi viene a trovare.

“Eeeeeh, speriamo che gli occhi mi guariscano…” (ha un po’ di irritazione, niente di fatale)
“Ma sì nonna, vedrai che ti passa col collirio.”
“Chi lo sa…ormai ho una certa età…”
“Ma dai, sembri una giovinetta, c’è chi ha dieci anni meno di te e sta molto peggio!”
“…eh…”
“…”
“…eeeeeh……..”
“Che c’è?”
“Vedrò mai una delle mie nepote (sì, sì, nepotE) sposarsi?”
“…
“…credo che ormai l’unica che può darmi questa soddisfazione sei te.”
“…”
“Lo so che F lavora in Africa, ma potreste anche sposarvi, no?”
“Certo, come no. Non vedo l’ora di essere una moglie single.”
“Ah, tu mi prendi in giro!”
“Ce la fai a resistere ancora qualche anno, magari quando avrò un ragazzo che non se ne va via per mesi interi?”
“…eh.”
“Su, via, almeno altri tre o quattro anni.”
“No, sposati nel 2015. Per la tua nonnina.”

Quindi, pare che l’anno prossimo io debba sposarmi. Lui non lo sa, forse dovrei avvertirlo. Intanto è meglio che mi faccia inviare gli arretrati di Vogue Sposa.

Ego

Alcune persone non hanno prospettiva. La loro visuale va dalla punta del naso alla punta dei piedi, quel che accade intorno può anche accadere, basta che non li riguardi personalmente. E se succede che qualche schizzo di vita gli infanghi le scarpe, fanno di tutto per lavarla via nel minor tempo possibile. Coltivano il loro orto, il loro ego, si gonfiano di amor proprio fino a non riuscire a passare più dalle porte di quel castello di perfezione dorata che si sono costruite mattone dopo mattone.
Se poi ti capita che ti invitino a entrare, devi stare molto attento ad usare le pattine e a non respirare troppa aria del loro spazio vitale. Non toccare niente, non smuovere un singolo granello di vanità dal suo preciso posto. Cancelli dorati di puro interesse solo per se stessi che li proteggono dal mondo reale.
Sono pericolose, la loro personalità è subdola e ingannatrice, non si rendono conto di quanti danni possono arrecare. Di quello te ne accorgi tu, nel momento in cui ti sputano via dalla loro vita come se la cosa non le sfiorasse neanche per sbaglio. E se chiedi spiegazioni è facile che ti rispondano chiedendo a loro volta cosa tu voglia da loro, come mai sia tanto sorpresa di un fatto tanto banale.
Non sprecare lacrime, non se le meritano, non pensarle neanche più. Prima o poi sprofonderanno nel loro stesso buio.

ego

Street Art

Un po’ si street art parigina, immortalata durante il mio purtroppo breve soggiorno nella Ville Lumière. Sono stata a Parigi diverse volte dalla mia infanzia a ora, ma non avevo mai fatto caso a questi quadri sparsi per tutta la città. Devo tornarci per approfondire!

Tempo

Dove va il tempo? Come il profumo in una bottiglia, per quanto sigillato bene, evapora in modo talmente furtivo che, quando apri per guardare, tutto ciò che trovi è una macchia odorosa dove una volta ce n’era in abbondanza…

Il Giardino delle Pesche e delle Rose

IMG_1835.JPG

IMG_1836.JPG

IMG_1837.JPG

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑