Peggy Moffitt. Modella, attrice, icona emblematica degli anni ’60.

Nasce nel 1940 (poi c’è chi dice ’39, chi ’37) a Los Angeles, ma non si dedica all’abbronzatura e al surf.

Immagine

Peggy a Malibù, 1958

Nel 1955 partecipa al film commedia “You’re Never Too Young” (tradotto non so come in italiano “Il nipote picchiatello“)e  a poco più di vent’anni, iniziando una relazione col fotografo William Claxton, diventa anche musa indiscussa dello stilista Rudi Gernereich, collaboratore di Claxton. I tre formano una squadra inseparabile e vincente: lo stilista crea abiti decisamente stravaganti e provocanti, il fotografo scatta con passione, la modella dà il meglio di sè.

Immagine

Peggy sviluppa uno stile tutto suo, facendone una firma: ciglia lunghissime e falsissime, trucco pesante ispirato al teatro Kabuki (pare ci volessero almeno due ore per ottenerlo), capelli dal taglio asimmetrico creato appositamente dal signor Vidal Sassoon, il cosiddetto “cinque punte”.

Immagine
Nel 1964, la bomba: una foto dove indossa il monokini, ovvero mostra il seno a tutto il mondo portando un costume da bagno a un sol pezzo. Diventa subito emblema di una nuova sessualità.

                          

Immagine

ta-daaaaa!

Immagine

 

Nel ’66 recita nella parte di se stessa in “Qui Êtes-Vous, Polly Maggoo?, diretto dal marito e appare anche in “Blow-Up” di Antonioni. Sempre parlando di apparizioni cinematografiche, fa da protagonista in “Basic Black“, considerato come il primo vero video di moda.

Negli anni successivi continua ad indossare gli stravaganti abiti di Gernreich, spesso di plastica trasparente, e mette su famiglia.
In tempi più recenti ha collaborato con Comme des Garçon per ricreare gli abiti del suo storico stilista, le sue foto hanno fatto parte della mostra “Model as Muse” presentata al MET, Marc Jacobs si è ispirato a lei per una delle sue ultime sfilate.
Insomma, Peggy era e è l’immagine di una donna iper-espressiva, che riesce a comunicare rompendo gli schemi, sia nel panorama della moda, sia nel contesto socio-culturale di allora come di ora.

Immagine

Peggy Moffitt e William Claxton

 

 

Immagine     Immagine

 

 

 

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

 

Annunci