Perché

Perché perché perché perché perché… Ho l’impressione che sulla terra sprechiate troppo tempo a chiedervi troppi perché. D’inverno non vedete l’ora che arrivi l’estate. D’estate avete paura che torni l’inverno. Per questo non vi stancate mai di rincorrere il posto dove non siete: dove è sempre estate.

– Novecento

20140226-233201.jpg

Annunci

19 risposte a "Perché"

Add yours

  1. si perde così tanto tempo a porsi domande, quando poi non ci so accorge che il tempo scorre, noi restiamo fermi e tutto il resto si muove.

      1. tranquilla, tanto siamo in regressione, ma in tutti i sensi. inoltre siamo anche artefici della nostra stessa condizione.

  2. Andando contro corrente alla metafora…..ci sono dei posti negli Stati Uniti dove e’ sempre estate (quasi) o in alcuni dove e’ sempre primavera (quasi),con brevissimi intervalli di temperature rigide.Ecco un posto dove stare senza dover rincorrere il posto!!! bye!!!

  3. Il tempo non esiste.
    L’abbiamo costruito, vi ci siamo ficcati dentro e ci facciamo schiacciare.
    Abbiamo-ci siamo-ci facciamo: tutto merito nostro, nessun altro lo ha voluto.

      1. non credo sarebbe successo, perchè ci è connaturato identificare (cercare di identificare) le cose.
        Denominandole, facendo le statistiche, teorizzando, spiegando.
        E questo è bellissimo, credo.
        Il problema sta nel fatto che quello che facciamo lo riteniamo poi apodittico.
        E prentendiamo di avere la ragione assoluta.
        Qui non ci sono distinzioni politiche, morali.
        Capita a tutti così, nelle cose della vita quotidiana e nei grandi dilemmi.
        Pensare di avere ragione: una brutta bestia come concetto.

        Se non avessimo dato un nome al tempo, due possibilità: o vivremmo in un mondo migliore, in quanto il non dare dare il nome al tempo sarebbe il correlato di una dimensione concettuale alquanto sviluppata e che tutti noi agevolmente potremmo comprendere (saremmo più intelligenti in pratica, meno egoisti, meno animali, meno uomini);

        oppure vivremmo in un mondo peggiore, perchè, data la nostra natura (che è posta e non cambia, a mio parere) la condizione sarebbe solo quella di caos, egoismo, istinto di sopravvivenza.

  4. Ti trovo ora e devo dire che chiedersi il perché è importante quando si deve curare qualcuno.
    Il medico moderno non si chiede mai (o raramente) perché. Ogni disturbo ha la sua ragione d’essere. Il “perché” in medicina è importante.
    Buona giornata.
    Quarc

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: