Che succede? Non è primavera, eppure intorno a me sbocciano amori tutti i giorni. Sarà per il clima impazzito o per il buco dell’ozono, credo.
In due mesi tutti i miei più cari amici, anche quelli che avevano appeso il cuore al muro con la solita frase “Tanto non troverò mai nessuno” (come si possono dire certe cose a poco più di venti anni???) si sono accoppiati e vivono momenti idilliaci da piccioncini tubanti.
Ha iniziato la tenera M, trovandosi un arciere ninja dal viso spigoloso e duro; partita completamente, sparita dalla circolazione. A volte le telefono per sapere se l’hanno rapita.
Dopo di lei A, il mio primo fidanzatino che pensava di essere destinato alla verginità, si è visto arrivare addirittura due ragazze nello stesso momento e ha fatto pure fatica a decidere. Ha scelto la ninfomane.
L’altro A, eternamente indeciso tra uomini e donne, frequenta sia una che uno sperando di riuscire a capire quali siano i suoi gusti. Si ostina a dire che non vuole essere bisex, ma mi pare proprio che dovrà farci l’abitudine.
E poi, ultimi per ora, due amici della stessa compagnia con cui esco da una vita, si sono ritrovati all’angolo e hanno deciso di diventare una coppia. E ora non fanno che dire “Stiamo insieme, che sketch! Sketch sketch sketch!” e si guardano con occhi adoranti come se non si fossero mai visti. La cosa è alquanto strana, ma c’est l’amour.

Annunci