Il delirio ha avuto inizio, i superstiti si potranno contare sulle dita di una mano. Sono stati contagiati tutti, persino i più resistenti. Nessuno può contrastare il potere dei

SALDI

Sembra che la gente non abbia vestiti da mettersi, gioielli da mostrare, suppellettili con cui invadere la casa e che aspetti il fatidico inizio delle svendite natalizie per potersi rifare di un anno di privazioni. Tanto per fare un esempio qui, vicino a Firenze, c’è l’outlet di Barberino del Mugello. Mh. Oggi 70 minuti per percorrere 12 km. Ma che storia è? 

Ho capito, è che le persone si sentono bene quando fanno shopping, quando spendono e spandono soprattutto in cose inutili. Soprattutto durante i saldi.

Non importa che quel golf ti stia bene o sia della misura proprio esatta, l’importante è che sia scontato del 30% su uno sconto già del 50%.
Che te ne fai dell’ennesimo occhiale specchiato alla John Lennon che manco te lo metti perché sembri la brutta copia di Harry Potter grasso? Nulla, però te lo tirano dietro a 40 euro anziché 120.
E quella borsa? Avevi detto che era orrenda e ora l’hai comprata? Beh sai, coi saldi non l’ho pagata niente…

Quindi: ti incastri in autostrada, non trovi parcheggio al tuo arrivo, spintoni e vieni pesticciato nei negozi, combatti contro vecchiette con la forza di un vichingo adulto. Poi arrivi a casa, riponi tutto nell’armadio, ti chiedi senza però rimuginarci troppo come mai hai acquistato un set da 12 di flûte visto che sei single e non dai mai feste, e già sai che la roba che hai comprato la userai forse una volta prima di metterla nel bidone della Caritas. Gesto comunque apprezzabile.

Tanto per chiarire, non è che io sia immune dallo shopping anzi, mi piace ogni tanto andare in giro e guardare le vetrine, con l’angoscia di trovarmi a spendere tutto quello che ho in quelle amabili scarpine rosso lacca. Però sinceramente non capisco questa vena di follia che si insinua durante i saldi. 
Durano due mesi, cos’è tutta questa fretta da doversi ritrovare in diecimila nello stesso negozio il primo giorno? Eh, ma se vai prima trovi più occasioni, poi c’è il rischio che non abbiano più la tua taglia. Già, peccato che abbiano scorte di invenduti che potrebbero rivestire famiglie intere. Mica sono scemi. E poi, se non potevi fare a meno di quel vestito te lo saresti comprato prima invece di arrabbiarti poi perché l’hanno già venduto.

Andate a visitare i musei gente, oppure leggetevi un libro e rilassatevi in poltrona. Meno stress e soldi risparmiati = soldi guadagnati. Se invece proprio avete deciso di buttarvi nella mischia, indossate protezioni adatte oppure portatevi dietro un neonato, una donna incinta o un anziano, ché vi fanno passare prima alla cassa. 

Ah, sì, oggi sono acida. E anche un po’ scaduta.

Image

Annunci