Immagine

Non paragonarmi a un giorno d’estate

Io sono figlia dell’autunno, con le sue foglie cadute,

attraversata da vene di dorata d’ambra.

Le mie labbra rosse come il tramonto

spiccano sulla pelle innevata.

Io sono il soffio fresco del vento,

ossigeno per i polmoni essiccati.

Dimenticate il canto del calore,

e cadete mel mio abbraccio nebbioso.

Annunci